L’Aquila: Cartelle esattoriali decadute, accolto il ricorso di ‘Nemica Banca’ contro Agenzie delle Entrate Riscossione.

Con sentenza n.° 190 del 14/02/2018, depositata il 18 aprile 2018, la Commissione Tributaria Provinciale dell’Aquila ha accolto il ricorso, in rappresentanza della signora F.A., in opposizione ben 9 cartelle esattoriali, tutte inerenti TARSU di diverse annualità ed IRPEF, le quali sono state considerate tutte prescritte e/o decadute.
“Combattiamo quasi giornalmente contro i soprusi e le angherie di questo ‘nuovo’ Agente della riscossione – spiega in una nota Michele Di Censo, responsabile del progetto ‘Nemica Banca’ – che con artifici quali la rottamazione, inserisce cartelle ormai prescritte e/o decadute in maniera tale da attirare in inganno i cittadini, i quali, convinti che lo Stato gli stia facendo una concessione, si ritrovano a pagare quanto non dovuto.”
“Invitiamo i cittadini alle prese con cartelle esattoriali ‘dubbie’ – conclude la nota – a contattarci per valutare se ci sono presupposti per poter fare dei ricorso e, nell’eventualità, farsi annullare le cartelle. Solo così riusciremo a respingere l’attacco di uno sistema ormai lontano dalle esigenze dei propri cittadini ma sempre più vicino agli interessi dei poteri forti delle Banche e dell’Unione Europea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *