Al grande albergo il convegno sul crac Carichieti.

Lo ha organizzato il movimento Casapound Italia ed è in programma per sabato (16 gennaio), alle 17.30, al Grande Albergo Abruzzo, nella sala conferenze.

L’evento, intitolato “Crac Carichieti nel fallimento dei sistema bancario. Quali prospettive?”, mira a ricostruire le cause e affrontare le conseguenze che hanno portato, spiegano gli organizzatori, “al fallimento pilotato della Cassa di Risparmio di Chieti e di altre banche, operazione diretta dal sistema bancario con il beneplacito del governo ed i cui costi sono stati fatti ricadere sui clienti degli istituti di credito”.

Parteciperanno al convegno, Marino Valentini, ex direttore di filiale per Carichieti, l’avvocato Antonio Pimpini, legale del professor Giacinto Auriti, con il quale portò avanti un’aspra battaglia legale contro la Banca d’Italia e Michele Di Censo responsabile nazionale del progetto Nemica Banca per Casapound Italia.

“Riteniamo necessario e doveroso fornire alla cittadinanza informazioni e approfondimenti sul crac che ha come protagonista l’Istituto di credito teatino – afferma Vincenzo Artese, portavoce cittadino di Casapound – perchè il preoccupante silenzio nel quale sono stati abbandonati non solo i correntisti, ma tutti i cittadini, vittime dell’indifferenza di una classe politica che pensa solamente ad emettere decreti salva banche anzichè difendere i risparmiatori, è, per noi, inaccettabile”.

“Il convegno di sabato – prosegue Artese – cui seguirà un dibattito aperto al pubblico in sala, non è altro che l’ultimo tassello di una battaglia, quella contro lo strapotere del sistema bancario, che Casapound  Italia porta avanti fin dalla sua nascita. Invitiamo la cittadinanza a partecipare certi dell’ottima risposta con cui i chietini accoglieranno questa iniziativa, in ragione della sua cruciale importanza per il futuro della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *